Il “grazie” di Scale del Gusto agli alunni dell’istituto Galileo Ferraris

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

condividi l’articolo prima di tutti

All’Istituto Ferraris “Galileo Ferraris” di Ragusa l’incontro fra gli studenti e i rappresentanti dell’associazione di promozione turistica Sud Tourism. Obiettivo di tale meeting quello di consolidare ulteriormente i rapporti già solidi fra le due parti, avviati in occasione di “Scale del Gusto”. L’evento enogastronomico ha potuto negli ultimi due anni contare sull’importante contributo degli studenti del Ferraris. La sinergia venutasi a creare ha reso possibile un’ottima organizzazione dell’intera manifestazione e, nello specifico, del primo concorso nazionale “Le tipicità enogastronomiche italiane per le scale del gusto”, ideato dal professore Fabio Gulino, che ha coinvolto ben 19 istituti alberghieri provenienti da tutta Italia.
Per tali motivi il direttore dell’associazione Giovanni Gurrieri ha ringraziato calorosamente gli studenti coinvolti e la prof.ssa Giovanna Piccitto, preside dell’istituto. Si è quindi passati alla consegna degli attestati di partecipazione per tutti i ragazzi che hanno collaborato in prima linea all’evento. Inoltre, Sud Tourism ha donato alla scuola delle giacche da cuoco professionali, nella speranza che i futuri apprendisti chef diventino anch’essi esperti del settore enogastronomico. Dal canto suo, prerogativa di Sud Tourism è quella di proseguire il cammino in direzione della promozione culturale, insistendo fermamente sul coinvolgimento dei giovani. Oltre che con il Ferraris, l’associazione collabora infatti anche con l’indirizzo di marketing internazionale e turismo dell’istituto Fabio Besta di Ragusa. Uno degli obiettivi perseguiti è quello di trasmettere ai professionisti di un domani la passione per la propria terra e per tutto ciò che essa offre. In tal modo, l’associazione si propone di far conoscere ai ragazzi una realtà locale tangibile che mira al raggiungimento dell’eccezione in ambito enogastronomico e non solo, e risponde proprio al nome di Sud Tourism.